fbpx

Amazon SEO: 5 consigli utili per vendere su Amazon

In questo articolo vogliamo aiutare tutti coloro, vendendo in e-commerce, hanno deciso di avvalersi di Amazon. 

Ecco 5 consigli utili per chi vuole ottimizzare al massimo il proprio prodotto nel più grande store al mondo: pratica meglio conosciuta come Amazon SEO.

La concorrenza 

Uno studio della concorrenza è un elemento propedeutico a qualsiasi tipo di attività, a prescindere dalla tipologia di vendita e dal canale di acquisto. 

Alcuni aspetti utili da approfondire riguardo i tuoi competitor sono: 

  • La qualità complessiva del catalogo dei concorrenti. 
  • I prezzi applicati dal venditore. 
  • La presenza o meno di articoli sponsorizzati in campagne a pagamento. 
  • La quantità e la qualità di recensioni. 

Ma come possiamo scovare chi si sta occupando della nostra stessa nicchia di mercato? 

Un buon metodo è partire dalle parole chiave. 

Uno strumento utile per effettuare questa ricerca è l’estensione di Google Chrome: Jungle Scout (disponibile nella sua versione pro a 197$ e 97$ nella sua versione ridotta).

Grazie a questo tool possiamo analizzare: 

  • Stime di vendita 
  • Classifica dei venditori 
  • Potenziale profitto per un determinato prodotto; 
  • Adesione al programma FBA o FBM. 
Amazon SEO

Ottenere Amazon’s Choice 

Se in Italia non sono ancora chiari i parametri su cui Amazon sceglie i prodotti da “raccomandare” ma negli USA è possibile osservare determinati fattori rilevanti:

  • Tasso di restituzione basso 
  • Prezzo competitivo 
  • Popolare nella propria categoria di prodotto
  • Disponibile per essere spedito subito
  • Buon numero di recensioni

Quello che conta è avere cura del proprio inventario e soddisfare i propri clienti. Amazon se ne accorgerà premiandovi e posizionando il vostro prodotto sopra tutti gli altri. 

Amazon SEO

Utilizzare un Landing Page

Per una corretta Amazon SEO è importante evitare di fare un errore molto comune: indirizzare gli utenti subito al catalogo dei prodotti. 

Dunque, come portare traffico su Amazon da altri siti senza perdere acquirenti strada facendo? Basta creare un intermezzo tra la fonte esterna ed Amazon: una landing page. Gli obiettivi della landing in questa circostanza sono: 

  • Stimolare chi vi atterra a compiere una determinata azione dopo essere stato informato sul prodotto
  • Inviare buoni sconto a clienti fedeli, indirizzandoli al listino dei prodotti 
  • Raccontare il brand con tono più coinvolgente indirizzando il traffico verso il proprio Amazon store

Scegliere una strategia di questo tipo vuol dire alzarti i tassi di conversione migliorando i posizionamento nel catalogo prodotti e non perdere la possibilità di costruire relazioni di lunga durata con i propri clienti. 

Vendere su Amazon

Intestazione 

Ogni categoria merceologica segue delle regole specifiche per la costruzione del titolo di un prodotto.

Il titolo deve contenere massimo 200 caratteri e deve essere formato da più parti di testo divise da un segno grafico per esempio da una virgola o da un trattino.

Si comincia sempre dal nome del brand e, se disponibile, il modello del prodotto. Dopo di ciò si elencano le parole chiave per definire la tipologia di prodotto cominciando da quella più usata per proseguire con uno dei sinonimi. A seguire si scrivono le principali caratteristiche che vengono cercate dagli utenti quando vogliono acquistare quel determinato prodotto. 

Il titolo di un capo d’abbigliamento per esempio seguirà la seguente struttura:

Marca + Nome prodotto / stile + Pubblico di destinazione. Nel concreto si traduce in “Prada, maglietta di cotone Uomo” 

Un gioiello invece avrà un titolo strutturato in questo modo:

Marca + Nome prodotto + Tipo di metallo + Timbro metallo + Tipo di pietra + Forma di pietra + Misura.

Per fare un esempio “Splendido solitario, anello da donna in oro bianco 9kt con zirconi cubica rotonda misura 14”. 

Riguardo le immagini, devono rispettare dei requisiti di idoneità: 

  • Devono raffigurare il prodotto in maniera accurata, senza elementi aggiuntivi o decorativi. 
  • Le funzioni del prodotto devono essere chiaramente visibili. 
  • Lo sfondo delle immagini deve essere di colore bianco puro e non deve contenere marchi o elementi testuali. 
  • Il prodotto deve contenere almeno l’85% dell’immagine. 
  • La risoluzione deve essere superiore a 72dpi. 
  • Devono avere una larghezza di almeno 1000×1000 pixel, se non superiore (per attivare la funzione zoom) 
  • Essere in formato .jpg (preferibilmente) 
  • Non devono essere presenti modelli. 
  • Non devono essere sfocate. 
  • Il prodotto deve essere raffigurato fuori dall’imballaggio, senza etichette esterne e con sfondo bianco. 

I bullet point invece hanno o scopo di raccontare in modo chiaro i benefici del prodotto: lo spazio disponibile è di cinque punti ad elenco ma è possibile utilizzarne anche tre. Si devono fornire informazioni utili come dimensioni, provenienza, per chi è pensato il prodotto o istruzioni pratiche per l’utilizzo. 

Infine la descrizione del prodotto è dove si può dar sfogo alla creatività, non si devono rispettare regole precise. Solitamente questo spazio è utilizzato per inserire tutte le parole chiave legate al prodotto. Una buona Amazon SEO preclude un’attenzione verso contenuto: l’obiettivo deve essere sempre quello di rendere leggibile e utile per l’utente e offrire delle informazioni quanto più semplici e chiare possibile.

Prodotti

Campagne promozionali

Amazon SEO a pagamento: tre tipi di annunci sia con l’account Vendor sia Seller:

  • Sponsored Product: sono annunci che si attivano in base alle ricerche delle persone. Funzionano come la maggior parte delle campagne Pay per click, dove si scelgono le parole chiave inerenti al prodotto e si paga a clic. Possiamo trovare questi annunci sia sulla pagina dei risultati di Amazon, sia nei prodotti consigliati all’interno della pagina del prodotto. Questa modalità è la più redditizia perché favorisce la visibilità dei prodotti, posizionandoli in cima ai risultati di ricerca. 
  • Sponsored Brand: Anche questi si basano su parole chiave e possono essere utilizzati per promuovere tre prodotti insieme. E’ un ottimo strumento da utilizzare per dare visibilità al brand, catturando l’attenzione nel momento di ricerca di un prodotto. Il grande vantaggio è utilizzare le pagine vetrina come spazio promozionale in modo da intercettare l’utente nelle pagine profilate. L’unico svantaggio è che, per utilizzare questi annunci bisogna aver registrato il proprio brand nel registro marche di Amazon. 
  • Product Display Ad: Queste promozioni si posizionano nella parte a destra della pagina prodotto, occupata anche dai competitor. Sono annunci grafici dove l’obiettivo è sia fare attività di cross selling vendendo altri prodotti della stessa linea merceologica sia posizionarsi all’interno di pagine di competirors per creare un ponte che converte direttamente sulla sales page del prodotto. 
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *